I Nobili da Fin - Allevamento weimaraner

Vai ai contenuti

I Nobili da Fin

L'allevamento si trova a Fino del Monte, un piccolo paese di circa 1100 abitanti che sorge sull'altopiano di Clusone lungo la provinciale che da questo centro della Alta Valle Seriana porta al passo della Presolana e prede il nome dalla famiglia dei Nobili da Fin da cui deriva il nome e la storia di fondazione del comune.

Arroccato sul ciglione che lo affaccia sulla Valle Borlezza era servito anticamente dalla strada proveniente da Lovere che saliva faticosamente raggiungendo il paese sull'altopiano. Oggi la situazione viaria è totalmente cambiata poichè la strada provinciale proveniente da Bergamo, dopo Clusone e Rovetta, attraversa il centro di Fino del Monte, le cui case del nucleo storico si snodano lungo l'asse principale viario. La strada taglia la piazza del paese, dove sorgono da un lato il castello e dall'altro l'antico convento, legati l'uno all'altro nella storia del paese.

Fino del Monte fu definito in passato "una villetta della Valle Seriana, facente parte del mandamento di Clusone, sito sulla strada che conduce in Val di Scalve, pel giogo detto di Castione, su di un poggio che domina il contiguo villaggio di Rovetta e la sua Pianura".
Le prime notizie riguardanti Fino sono documentate nella "Historia quadripartita" di padre Celestino, vissuto nel dodicesimo secolo, il quale a sua volta fa riferimento ad antichi manoscritti anonimi. Non si sa con sicurezza (fine 1100) l'anno in cui tre nobili fratelli, figli di tale Venturino Da Fin, giunti in Italia con le armate Alemanne (si parla di un Enrico, che sia Enrico VI di Svezia?), si fermarono in loco e sull'impervio argine Nord della Vane Borlezza eressero un castello dominante l'allora unico accesso dalla valle omonima. Alcune parti dell'antica dimora sono ancora oggi visibili nell'attuale piazza Olmo, anticamente denominata del Castello. Il cognome di questi fratelli era Fin e la contrada di cui presero possesso con beneplacito imperiale acquistò il loro nome. A questo punto la storia è poco documentata, ma è certo che fino al 1337 tutti gli abitanti del castello e della contrada portarono il nobile cognome dei Da Fin e che solo più tardi, verso la fine del XIV sec., cominciarono ad apparire nei documenti ritrovati i primi cognomi ancor oggi esistenti a Fino del Monte.
Sul finire dello stesso XIV sec. e più precisamente nel 1381, Fino del Monte diventò indipendente fregiando il proprio Comune con lo stemma concesso dall'imperatore alemanno Federico Augusto Il di Svezia ai nobili Da Fin (aquila nera in campo dorato) ed ebbe nel contempo la concessione di molti benefici economici (esenzioni da gabelle imperiali ecc.). Seguirono gli anni delle tempestose vicende tra Guelfi e Ghibellini. Sull'altopiano di Clusone queste guerre videro contrapposti i Guelfi dei castelli di Fino e di molti altri comune della Alta Valle Seriana, in particolare di Onore, di Gromo, di Castione, di Gandellino, contro i Ghibellini del potente castello di S.Lorenzo appartenete alla famiglia Suardi di Bergamo.

Torna ai contenuti